Cachi, frutti numeri uno dell’autunno: le proprietà benefiche

Cachi, frutti numeri uno dell'autunno: le proprietà benefiche Dieta

I cachi sono un frutto tipico della stagione autunnale. Di origine cinese, possono essere coltivati con estrema facilità anche in giardino senza che vi sia bisogno di prestare particolari attenzioni: l’unico occhio di riguardo che bisogna avere nei confronti di questa pianta, è di far sì che sia quanto più esposta alla luce del sole. Pur essendo frutti tipicamente autunnali, infatti, i cachi guardano comunque con simpatia alla luce solare!

Le origini – I cachi o Diospyros Kaki, come abbiamo già detto sono frutti tipici dell’autunno e si caratterizzano per via di un colore arancione acceso e di un sapore che è dolce e avvolgente. Nell’antichità questo frutto era conosciuto come la Mela d’Oriente ed era famoso principalmente perché si riteneva provenisse dall’albero delle Sete Virtù.

Secondo gli antichi, infatti, il frutto del caco avrebbe proprio sette virtù: la longevità, l’ombra del fitto fogliame, l’assenza di tarli, il verde acceso delle foglie, la capacità di resistere al freddo, la creazione del concime con i frutti caduti sul suolo e la mancanza di nidi di uccelli.

Le proprietà benefiche – I cachi sono ricchi di proprietà nutritive che producono tanti benefici diversi per il nostro organismo. Ricchi di proteine vegetali, fibre e vitamine, questi frutti sono prima di tutto molto nutrienti, aiutano a ripristinare la regolarità dell’intestino e danno anche una mano alla digestione; i cachi, inoltre, hanno una provata funzione detox e sono utili pertanto nell’eliminazione dei liquidi in eccesso.

Le ricette – Il bello dei cachi sta nel fatto che si riescono a prestare alle ricette più diverse, indipendentemente dal fatto che si tratti di ricette dolci o di ricette salate. Tra quelle più note (sul fronte delle ricette dolci) abbiamo la crostata di cachi e la crema di cachi e vaniglia.

Share