Aria nello stomaco

aria nello stomaco Aria nello stomaco

L’aria nello stomaco, detta in termine scientifico aerofagia, è un disturbo comune a moltissime persone e a volte può creare situazioni davvero difficili da gestire. Quest’aria nello stomaco infatti se trattenuta può creare non pochi dolori nella zona gastrointestinale. Ciò significa che è inevitabile espellerla attraverso l’eruttazione.

 

Cattive abitudini alimentari

Chiaramente eliminando l’aria in questo modo non comporta alcun tipo di miglioramento, anzi significa che di base c’è un problema. Se si verificano spesso fenomeni di eruttazione è piuttosto evidente come l’aria nello stomaco sia eccessiva. E’ bene quindi prima di tutto capire il perché si crei quest’aria nello stomaco e poi agire di conseguenza. Questo disturbo di aerofagia solitamente è causato da cattive abitudini alimentari, insieme insomma alle varie pietanze che consumiamo quotidianamente c’è anche una deglutizione eccessiva di aria nello stomaco. Le cause sono molteplici, in primis il mangiare in maniera veloce, l’ingurgitarsi in pochissimo tempo è una delle principali cause scatenanti dell’aria nello stomaco. E’ però sbagliato anche masticare chewing gum, si attua infatti un proceso di masticazione senza però ingurgitare nulla, ma solo aria. Ovviamente è anche il consumo di alcol, fumo e di bibite gassate a creare il classico problema dell’aria nello stomaco.

 

Patologie legate all’aria nello stomaco

Da non sottovalutare nemmeno lo stato fin troppo ansioso del soggetto che manifesta i sintomi dell’aerofagia, l’ansia non è mai salutare. Vi sono poi anche cause prettamente patologiche, legate quindi ad altre malattie che provocano l’aria nello stomaco come: ulcera peptica, colecistopatie, gastroduodenite, rinite, sinusite cronica, ernia iatale e colon irritabile. E’ bene quindi approfondire bene le cause dell’aria nello stomaco per poi agire di conseguenza. Se si tratta delle cattive abitudini alimentari citate poc’anzi, è bene limitarle, in caso di patologia si attuerà una determinata cura farmacologica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>