Analisi e globuli bianchi alti

1x1.trans Analisi e globuli bianchi alti

La leucocitosi è il nome scientifico con cui si identifica, generalmente, la presenza, a volte preoccupante, di globuli bianchi alti nel sangue. Una dose massiccia di leucociti, infatti, il cui valore normale si aggira tra i 4mila e le 10mila unità, può essere sintomo di un’infiammazione in corso più o meno seria.
Non sempre, però, è il caso di allarmarsi. Anche raffreddori, stress, stanchezza, infezioni alle vie urinarie e intenso esercizio fisico possono determinare infatti uno sfasamento dei valori. Esami più accurati, dunque, sono previsti solamente in taluni casi. Vediamo insieme quali.

Le cause dei globuli bianchi alti

La causa più frequente di globuli bianchi alti nel sangue è senza dubbio la presenza di un’infezione, che proprio la moltiplicazione dei leucociti intende andare a combattere. Anche malattie del midollo osseo, reazione a un farmaco, problemi del sistema immunitario, artrite reumatoide, allergia, fumo e ustioni possono determinare il suddetto problema.
Cause più serie dei globuli bianchi alti, per le quali è necessaria un’indagine diagnostica più accurata, possono essere invece la presenza di morbillo, pertosse, mielofibrosi, tubercolosi, policitemia vera e, purtroppo, anche leucemia (per cui si ha generalmente la presenza di globuli bianchi immaturi e un valore che si può aggirare anche intorno alle 100-150.000 unità).

Cosa fare se le analisi rivelano globuli bianchi alti

In caso di globuli bianchi alti nel sangue, è consigliabile ripetere dopo breve tempo l’esame. Come premesso, anche un semplice raffreddore può determinare una dose aumentata di leucociti. E’ bene dunque controllare che il tutto sia tornato nella norma.
Qualora però le nuove analisi non prospettino una situazione migliore, bisognerà accertare l’eventuale presenza di un’infezione in corso.
Solo nel caso non si trovi alcuna infezione, è bene rivolgersi a uno specialista.

7 Comments

  1. rosa 4 maggio 2012
  2. Maria Dorina 5 luglio 2012
    • Luca 20 dicembre 2012
  3. SONIA 8 dicembre 2012
    • Redazione 11 dicembre 2012
  4. NIcoletta 17 dicembre 2012
  5. Enzo 6 maggio 2013

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *