Alghe, vere amiche della salute: tipologie e proprietà

Alghe, vere amiche della salute: tipologie e proprietà Dieta   Le alghe non sono prodotti tipici della nostra tradizione culinaria, per cui non siamo abituati a considerarle alla stregua di alimenti che potremmo trovare sulle nostre tavole. Eppure in Oriente mangiare alghe rappresenta la normalità, e in un certo senso anche qui da noi si stanno pian piano riscoprendo queste vere e proprie alleate della salute: questi vegetali possiedono numerose proprietà benefiche, soprattutto per via della consistente presenza di vitamine e di sali minerali utili per mantenere sempre in perfetta salute il nostro corpo. In commercio esistono peraltro diverse tipologie di alghe che ben si adattano alle circostanze e ai gusti più diversi e che possiamo trovare tanto nei negozi più attrezzati della grande distribuzione, quanto nei negozi biologici.

La Kombu – L’alga Kombu è una delle più ricche di proprietà benefiche poiché contiene elevate quantità di iodio, sostanza deputata a regolare il metabolismo, a favorire il funzionamento della tiroide e a sostenere una corretta coagulazione del sangue. L’alga Kombu può essere messa in ammollo o bollita quanto abbiamo intenzione di preparare i legumi, perché con questo piccolo stratagemma non solo aggiungeremo sapore al piatto, ma faremo anche in modo che i legumi stessi diventino più morbidi (con tutti i benefici che ne conseguono a livello di digestione). La Kombu è perciò perfetta per accompagnare primi o secondi piatti a base di legumi, ma anche per arricchire un minestrone o un brodo di verdure, nonché per condire la pasta o il riso.

La Spirulina – Questa alga è nota per via dell’elevata concentrazione di proteine e di vitamine A, D e B. In genere la Spirulina viene assunta mediante integratori naturali volti alla depurazione dell’organismo, ma possiamo anche acquistarne la polvere o i fiocchi per utilizzarla a mo’ di condimento.

La Nori – L’alga Nori è celebre per via delle sue innumerevoli proprietà. Tanto per cominciare è ricca di fibre vegetali e di proteine, utili tanto per i casi di stitichezza quanto per chi desidera metter su tono muscolare; al suo interno c’è anche una buona quantità di vitamina C e di acidi grassi omega 3 che insieme rappresentano un ottimo strumento volto al rafforzamento del sistema immunitario. La presenza di vitamina A, vitamina B1 e taurina, inoltre, fa sì che l’alga Nori possa venire utilizzata da quanti soffrono di colesterolo cattivo. Per quel che riguarda l’impiego, l’alga Nori viene generalmente consumata sotto forma di salsa di soia diretta al condimento dei piatti più diversi, dai cereali ai legumi.

La Dulse – Altrimenti detta Palmira Palmata, questa alga è la preferita di coloro i quali amano i sapori piuttosto piccanti. Famosa per il suo colore rosso e per essere ricca di potassio, ferro e magnesio, la Dulse la si può utilizzare come condimento dato appunto questo suo tono piacevolmente piccante.

La Hiziki – L’alga Hiziki è un tipo di alga che va lasciata in ammollo per una decina di minuti prima di venire consumata a tavola. Per quel che riguarda l’impiego, la Hiziki può essere utilizzata per insaporire verdure, minestre o contorni, tanto che in molti la introducono in un primo piatto a base di pasta o riso e magari la mischiano anche insieme a delle altre verdure (come ad esempio i broccoli).

La Arame – Quest’alga è ottima per chi ha bisogno di fare il pieno di potassio, e proprio per questo motivo viene di gran lunga utilizzata dagli sportivi che necessitano di prevenire i crampi muscolari. Il sapore molto delicato la rende particolarmente versatile in ambito culinario, tanto è vero che la Arame, dopo essere stata messa in ammollo e cotta per qualche minuto, la si può utilizzare come condimento dei piatti più diversi (ma c’è anche chi la consuma cruda!).

La Wakame – L’alga Wakame è famosa per via dell’elevato contenuto di vitamina B, vitamina C, magnesio e ferro. Date le sue proprietà, la Wakame produce effetti positivi a livello di sistema immunitario, di rafforzamento dei capelli e delle unghie, di depurazione del fegato, di abbassamento della pressione e di salute cutanea. L’elevata concentrazione di omega 3, inoltre, libera tutta un’altra serie di effetti benefici per lo più diretti al sistema cardiovascolare.

Anche qui, parliamo di un’alga liberamente utilizzabile sotto forma di condimento, anche se a differenza delle altre, la Wakame si presta per dar vita ad una vera e propria insalata ricca di sali minerali! Chi tuttavia non ne apprezza il sapore può pur sempre “nasconderla” in appositi centrifugati dato che oramai la Wakame la si trova facilmente anche sotto forma di polvere.

La Klamath – In ultimo abbiamo l’alga Klamath, ricca di acidi grassi omega 3 e omega 6, utile soprattutto per chi soffre di stanchezza cronica. L’alga Klamath è peraltro un ottimo antinfiammatorio naturale!

Share